Sarno, inneggiava all’Isis e minacciava i politici: “Lady Jihad” a giudizio

La 45enne era stata arrestata il mese scorso perché autrice di scritte minatorie sulle mura di Sarno nei confronti dei politici locali e nazionali, delle forze dell’ordine e dei magistrati, nonché inneggianti alla Jihad.

Era arrivata anche a fissare una bandiera dell’Isis dinanzi agli uffici del Giudice di pace. Intanto celebrava lo Stato Islamico anche attraverso Facebook e custodiva in casa, e talvolta anche in borsa, degli ordigni artigianali. Tra le accuse avanzate contro di lei anche quella di atti persecutori verso una poliziotta, un maresciallo dei carabinieri di Sarno, che più volte fu seguita, pedinata e minacciata di morte… contuinua  http://www.ilgiornale.it/news/cronache/sarno-lady-jihad-giudizio-inneggiava-all-isis-e-minacciava-i-1552105.html