Sequestrata nave ONG Open arms, 3 gli indagati

      Commenti disabilitati su Sequestrata nave ONG Open arms, 3 gli indagati

Foto ANSA

Il loro obiettivo primario è salvare migranti e portarli in Italia, senza rispettare le norme, anzi violandole scientemente. E’ quanto ipotizza la Procura di Catania nei confronti dell’Ong spagnola ProActiva Open Arms disponendo il sequestro della nave, da ieri ormeggiata nel porto di Pozzallo (Ragusa) dopo aver sbarcato 218 migranti.

Un approdo venuto dopo il rifiuto di consegnare i profughi salvati a una motovedetta libica e due giorni di trattative diplomatiche. Un avviso di garanzia è stato notificato a tre indagati: il comandante, il coordinatore di bordo e il responsabile spagnolo dell’Ong, in corso di identificazione. Il reato ipotizzato dalla Procura diretta da Carmelo Zuccaro è associazione per delinquere finalizzata all’immigrazione clandestina. E’ lo stesso magistrato che lo scorso anno ipotizzò che a finanziare alcune Ong fossero i trafficanti di esseri umani, sollevando un vespaio politico.

L’ipotesi di reato odierna è contestata dal legale del comandante della nave, l’avvocatessa Rosa Emanuela Lo Faro, che, in attesa di leggere gli atti usa l’ironia: “Poiché il decreto legge 286 del 1998 dice chiaramente che non commette reato chi soccorre persone devo dedurre che hanno istituito il reato di solidarietà…”.

(Fonte ANSA)