Islam/ Minacce a Montevecchi, Souad Sbai: ”Solidarietà contro minacce estremiste”

lo screenshot del video

”Sono stata oggetto e ancora oggi sono oggetto di minacce e di intimidazione da parte di soggetti legati all’estremismo di matrice jihadista, che oggi in Italia e specialmente sui social la fanno da padrone. Sono vicina ed esprimo tutta la mia solidarietà a Rimini 2.0 e a Matteo Montevecchi, minacciato di morte per il suo video “La verità sulle associazioni islamiche in Italia”. Deve essere tutelato perché la violenza verbale e poi magari fisica del jihadismo militante non diventi abituale e tollerata: in Italia non deve esserci spazio per le fatwe (pena di morte)”.

Così Souad Sbai, giornalista ed esperta di jihadismo internazionale sulle minacce ricevute da Matteo Montevecchi e da Rimini 2.0 per via del video divenuto virale “La verità sulle associazioni islamiche in Italia” in cui si denuncia la vicinanza di alcune associazioni e realtà all’estremismo, mentre si fingono moderate.

”Quello delle minacce verbali e ahimè spesso anche fisiche è un modus operandi che ormai, ai tempi dei social networks e della comunicazione digitale è divenuto dilagante e assume proporzioni sempre più inquietanti. Quando questo modus non era così diffuso tutto si appoggiava sul jihad by court, ovvero sul denunciare chi parlava, ma dopo alcune sentenze si è cambiato modo: ora si minaccia e si aggredisce. Solidarietà piena e totale a Montevecchi e al sito Rimini 2.0, perché ogni minaccia è un monito ad andare avanti”.