Allarme Interpol: 50 combattenti dellʼIsis sbarcati in Italia

Lo rivela il quotidiano britannico The Guardian, secondo cui lʼorganizzazione internazionale di polizia ha inviato il 29 novembre al ministero dellʼInterno lʼelenco con i nominativi dei sospetti.

Secondo l’Interpol 50 sospetti combattenti dell’Isis, tutti di nazionalità tunisina, sono arrivati di recente in Italia via mare. A darne notizia è l’edizione online del quotidiano britannico The Guardian, secondo cui l’organizzazione internazionale di polizia ha inviato il 29 novembre al ministero dell’Interno l’elenco con i nominativi dei sospetti. Il Viminale, a sua volta, ha poi girato l’elenco alle agenzie antiterrorismo europee.

Secondo un funzionario dell’antiterrorismo europeo sentito dal Guardian, i sospetti miliziani dello Stato islamico sarebbero giunti in Italia fra luglio e ottobre dell’anno scorso a bordo di piccole imbarcazioni che sono state abbandonate sulla spiaggia.

Alcuni dei combattenti, spiega ancora il giornale britannico, erano stati identificati dalle autorità italiane una volta sbarcati sulle coste siciliane. Quattro di loro erano già noti alle agenzie di intelligence europee e uno di questi può aver già superato il confine italo-francese per raggiungere il dipartimento di Gard, nel sud della Francia.tg24com